Domani Mario Mieli a Roma

Apr 18th, 2016 Articoli

Personaggio borderline per eccellenza, Mario Mieli da pochi giorni è diventato, per mano della storica Laura Schettini, una nuova voce del Dizionario Biografico degli Italiani della Treccani. Figura complessa e non riconciliata della cultura italiana della seconda metà del secolo scorso, fu attivista, filosofo e performer, e considerato uno degli iniziatori del movimento GLBTQ italiano. Leggiamo: “Alla vigilia dell’estate del 1977 uscì il libro che…

Maternità surrogata, ogni scoperta scientifica è un bene per l’umanità?

Apr 13th, 2016 Articoli

L’altro giorno ero a Londra, e parlavo con Shany Payes, israeliana, che, dopo essere stata ricercatrice all’Università di Tel Aviv e dottoranda all’Università di Oxford, è attualmente impegnata in vari programmi internazionali di integrazione sociale. Mi raccontava di una coppia di suoi amici, entrambi uomini e gay, che sono appena diventati padri, grazie alla fecondazione per altri. I figli appena nati sono due, gemelli. O…

Bam! Raduno europeo dei viaggiatori in bici

Apr 11th, 2016 Articoli

Non importa la tua meta, ma chi sei durante il viaggio. È lo slogan e lo spirito del BAM!, il primo raduno europeo dei viaggiatori in bicicletta, vera e propria festa per gli amanti delle due ruote di ogni genere e specie. Da chi si allena tutti i giorni, a chi ha in mente un grande viaggio a pedali, da chi si trova con gli…

Pordenone: festival del documentario d’inchiesta

Mar 24th, 2016 Articoli

Finalmente un documentario sui figli delle famiglie arcobaleno. Protagonisti Gus, Ebony, Matt e Graham, tutti bambini tra i 10 e i 12 anni, cresciuti di coppie gay e lesbiche. A girarlo una regista attenta, Maya Newell, cresciuta essa stessa da due mamme. Si intitola “Gaybay Baby” ed è una buona occasione per cercare risposte alle infinite domande che stanno attanagliando la contemporaneità, soprattutto italiana. Il…

Tiberio Ferracane, l’artista che vuole restare sconosciuto

Mar 18th, 2016 Articoli

Intanto segnate in agenda, poi vi spiego perché: 20 aprile, teatro Arciliuto, Roma. Quel mercoledi, infatti, arriva nella capitale un artista che merita incontrare. Si chiama Tiberio Ferracane, per strada lo confondono con Vincent Cassel per via dell’inquietante somiglianza, e con l’attore in effetti condivide il fascino e l’estro. Ci tiene a restare sconosciuto, a schivare le lusinghe di riflettori e media, a non restare…