Diario di uno scandalo: un film da rivedere per comprendere gli aspetti più complessi del manipolatore seriale

Set 18th, 2021 Articoli

Notes on a Scandal è un film inglese del 2006 (trailer italiano), diretto da un uomo (Richard Eyre), tratto da un romanzo inglese del 2003 di una donna (Zoë Heller), che il The Guardian ha definito il 70º miglior libro del ventunesimo secolo. Straordinaria lei, nella stesura della storia, eccellente lui nel rappresentarla. La pellicola ha ricevuto quattro candidature ai premi Oscar, Judi Dench come miglior attrice protagonista…

E se Minosse fosse unə di noi? “La stanza del re” della drammaturga Caprioli sfida il mito all’insegna della fluidity

Set 18th, 2021 Articoli

Ho a lungo parlato con la drammaturga, Francesca Caprioli, perchè questa sua drammaturgia è qualcosa di potente, soprattutto in termini di sfida. Ma andiamo per ordine. Francesca Caprioli Il palazzo infinito, ovvero la stanza del re è il nuovo spettacolo dell’associazione culturale Fabrica (con una B, è latino e significa officina) e debuta in anteprima nazionale sabato 18 settembre alla Villa Romana Grottoni Torrette a Montopoli di Sabina (Rieti). Siamo tra…

Inclusione e diversità sono le nuove parole d’ordine della moda contemporanea: quali sono i brand adaptive fashion?

Set 18th, 2021 Articoli

Il potere della moda è immenso se ne misuriamo l’incisività sull’immaginario collettivo. La moda crea appunto modelli, icone da imitare, a cui ispirarsi, tendere. Ovvio che questi modelli misurano il giusto e lo sbagliato, il bene e il male, ossia creano scale valoriali in base alla prossimità con la perfezione del modello: quanto più ti avvicini, “sei giusto”, “vali”, va “bene”. Il modello è l’unità di…

Calvin Klein & Co: il marketing attivista per sdoganare il trend degli e(x)marginatə e affermare unicità e intersezionalità

Set 8th, 2021 Articoli

Il profilo Instagram del marchio Calvin Klein è a tutti gli effetti un buon esempio di riscrittura dell’immaginario contemporaneo. L’ultimo post ad oggi che scrivo è quello sul modello con la vitiligine @yvesmark.chery che dice: “Crescendo ho sempre voluto togliere la vitiligine dal viso per evitare di essere diverso. Le persone ora catturano la mia vulnerabilità ogni giorno… mi amo. Amo la mia vitiligine“. Il claim del…

“Sembrava bellezza” di Teresa Ciabatti riletto da Eugenia Romanelli

Set 4th, 2021 Articoli

Datemi un cigno è la parola d’ordine di questa incredibile autofiction, e il perchè lo scoprirete da soli, tra le pagine. Voglio assolutamente scrivere di Sembrava bellezza, di Teresa Ciabatti, uscito qualche mese fa con Mondadori, ma non so davvero da dove cominciare. Forse da pagina 164 (non dovete leggerla prima delle altre 163!)? Ma si può cominciare la critica a un romanzo a partire…