Light tourism: tutti pazzi per i fari

Feb 3rd, 2016 Articoli

E’ vero, dopo aver alloggiato al Faro Capo Spartivento, nella Sardegna sud-occidentale, sembra non valga più la pena di mettersi in moto per cercarne altri, di fari. E invece, non è così: il mondo riserva sorprese incredibili, in quanto ai romantici e trasognatissimi segnalatori marittimi, e il sempre più numeroso pubblico di appassionati può sbizzarrirsi se programmare un pellegrinaggio turistico alla ricerca dei più belli,…

Natale: un portale per acquisti responsabili

Nov 24th, 2015 Articoli

Si chiama Candy for Chance ed è perfetto per chi vuole essere protagonista di un Natale responsabile, attento ai diritti civili e sociali, al pianeta, alla povertà, alle donne, agli animali, ai bambini, ai paesi in via di sviluppo, e a tanto altro. Laico, per nulla ideologico, e nemmeno militante: Valeria Vantaggi, infatti, ha creato questo progetto per mettere in contatto consumatori e ONG in…

Glamda: a Roma una festa di creativi

Ott 16th, 2015 Articoli

Sabato 17 ottobre, al celebre Lanificio 159 di Roma, location underground e crossover, va in scena l’opening party di Glamda, marchio doc che sostiene e promuove i giovani creativi internazionali. Per l’occasione, niente meno che il progetto Fatuus: tre artisti che spaziano dalla fotografia al teatro, dalla video arte alla produzione musicale (Teatri Tra i Binari/Va Kuum/Gianni). Inutile dire che si respira aria di Art-on,…

Howtan Re all’Expo: piccoli pezzi di un mondo nuovo

Set 28th, 2015 Articoli

Il mondo ha la possibilità di sconfiggere la povertà, le malattie, l’inquinamento e migliorare la qualità della vita di ogni essere umano che abita il pianeta, parola di Nazioni Unite (guarda il video). Con questa certezza, e condividendo gli stessi obiettivi del Millennio, l’artista italo-persiano Howtan Re ha lanciato il progetto Patch for Future , rappresentato da una sua opera gigantesca che inaugurerà il prossimo…

Festival Ro_map a Roma: il Circo Massimo rivive in digitale

Set 8th, 2015 Articoli

Far dialogare passato e presente. Anzi no. Di più: passato e futuro. Sembra questa l’intenzione dell’artista digitale Maxime Houot e del collettivo francesce Coin (e di tutto il Festival Ro_map) che, il 9 e 10 settembre dalle 20.30 a mezzanotte, metterà in scena a Roma l’installazione “Globescope” in prima nazionale. La scenografia non è però un dettaglio: il Circo Massimo. Infatti si tratta di un…