Il gay pride è divisivo? La mia risposta ad Attilio Fontana

Apr 18th, 2018 Articoli

Gentile signor Attilio Fontana, neopresidente della Regione Lombardia, mi hanno colpita moltissimo le sue parole riguardo al motivo del suo diniego per il patrocinio al Gay Pride di quest’anno: “Non daremo il patrocinio al Gay Pride perché è una manifestazione divisiva e per questo non va sostenuta. Quando le manifestazioni sono divisive non sono mai da sostenere”. Ecco, dunque, ascoltando e rispettando la sua visione personale sulla faccenda (che Lei ha…

Una mostra su sessualità e identità così sconvolgente che il “poi” non sarà più com’era prima

Apr 13th, 2018 Articoli

Di lui Achille Bonito Oliva ha scritto: “[…] Dalla Body Art all’azionismo viennese, dal cartoon alla pornografia, dalla moda al film erotico, dal sadomasochismo al voyeurismo, Howtan, con felice cleptomania, recupera stimoli linguistici da una famiglia di artisti che non sono parenti tra loro: Artaud, Kubric, Serrano, Golden, Araki, Abramović, La Chapelle, Kern”. Martedi 17 aprile inaugura a Roma Solo Show, una panoramica museale dell’artista persiano Howtan Re che ha…

L’artista e attivista Federica Tuzi colpisce ancora: dopo il tour, adesso un nuovo libro

Apr 9th, 2018 Articoli

Ci tengo a dirlo: è tempo di donne come lei. Federica Tuzi ha già fatto parlare di sè ben prima del #metoo, proprio su tema “feminism” e compagnia. Un bel cazzotto nello stomaco fu, infatti, il suo Molla i maschi – Inno alla lesbica tardiva (qui il video), un brano delle No Choice (Federica Tuzi + Merel Van Dijk) per ribellarsi alla violenza contro le donne da parte degli uomini: basta col…

La donna dei record africani arriva a Roma: Yemi Alade protagonista di Neema Fest 2018

Apr 7th, 2018 Articoli

Con la sua hit “Johnny” ha conquistato 90 milioni di click su YouTube. Parliamo di Yemi Alade, la nuova paladina del riscatto femminile, perfettamente al passo dei tempi, di una contemporaneità che ha bisogno di donne forti, artiste temperamentose, personaggi femminili carismatici in grado di creare una nuova cultura dell’autodeterminazione delle donne, di sostenere e guidare un grande movimento mondiale che dal #metoo in poi non permetta…