Genitori arcobaleno, niente ‘padre’ e ‘madre’ sulle carte d’identità. Salvini deve farsene una ragione

Nov 18th, 2018 Articoli

“Non esiste privacy che neghi il diritto a un bimbo di avere una mamma e un papà“. Rileggiamolo ancora: “Non esiste privacy che neghi il diritto a un bimbo di avere una mamma e un papà”. Lo dice il ministro dell’Interno Matteo Salvini in merito al parere negativo del Garante per la privacy sulla sostituzione dell’indicazione di “genitori” con “padre” e “madre” nei moduli per…

“Interruzioni”: per la prima volta in teatro il testamento biologico e del fine vita

Nov 15th, 2018 Articoli

Il 16 novembre debutta in prima assoluta al Teatro Linguaggicreativi di Milano lo spettacolo “Interruzioni” di Gianna Coletti e Camilla Ghedini, per la regia di Renzo Alessandrini, prodotto da Produzione Spericolata Quinta, in collaborazione con l’Associazione Luca Coscioni. Degno di nota soprattutto per il coraggio di portare in scena un tema delicato e scottante come quello del testamento biologico e del fine vita. Tre giorni…

«Widows»: vedove alla riscossa

Nov 15th, 2018 Articoli

E due. Dopo Ocean’s 8, ecco un altro film con un quartetto di donne tostissime alle prese con un colpo grosso. Questa volta le star non sono le stratop Cate Blanchett, Anne Hathaway, Helena Bonham Carter e Rihanna, ma altre quattro attrici che vale la pena vedere recitare: Viola Davis (due candidature Oscar come migliore attrice), Cynthia Erivo, Elizabeth Debicki, Michelle Rodriguez (trailer). L’intreccio, una…

I figli delle famiglie arcobaleno stanno bene. Il loro problema non sono i genitori

Nov 2nd, 2018 Articoli

La ricerca è stata pubblicata sul Journal of developmental & behavioral pediatrics e gli autori sono un gruppo di ricercatori dell’Università La Sapienza di Roma, guidati dal professor Roberto Baiocco. Un vero orgoglio per lo Stivale in materia di osservatorio sulle famiglie omogenitoriali, che versa la sua goccia nell’oceano della ricerca scientifica internazionale su un tema ancora abbastanza giovane in termini di studi longitudinali, visto che…

Whatsapp medicine: che cosa succede se i medici non stanno attenti a come usano i social? Un convegno a Bologna

Ott 29th, 2018 Articoli

“Frequentavo un centro clinico a Roma, ero paziente di una psicoterapeuta cognitivo-comportamentale e di uno psichiatra piuttosto noto. Nel giro di un anno mi sono accorta che i contenuti dei Whatsapp che spedivo all’uno o all’altra erano condivisi, e quando sollevai la questione, che mi disturbava assai, fui zittita con la scarna spiegazione che in uno studio è la prassi”. Il racconto di P. C….